Grazie alle funzioni di Laminate Tools e al supporto di SmartCAE, EXEPT ha ottimizzato le prestazioni dei propri telai in fibra di carbonio

Storicamente, quando le biciclette da competizione erano realizzate con strutture tubolari in acciaio o alluminio, il mantra del ciclista era quello di farsi costruire la bici su misura. Grazie alla geometria del telaio basata sui propri parametri biometrici per l’atleta era infatti possibile migliorare le proprie prestazioni sfruttando i leveraggi offerti dalla propria struttura ossea, muscolare, articolatoria. Non c’era professionista che non avesse il telaio su misura!

Tutto questo fino all’avvento dei materiali compositi.

Questi materiali, che promettono estrema leggerezza e rigidezza del telaio, hanno portato a un cambiamento nell’offerta delle biciclette ad alte prestazioni. Con la fibra di carbonio esistono adesso infatti due opzioni: continuare a scegliere un telaio realizzato su misura con la tecnica tube-to-tube oppure acquistare una bici con telaio monoscocca disponibile però in una gamma di dimensioni standard.

Da una parte il telaio tubolare in composito presenta dei limiti meccanici intrinseci nel tipo di assemblaggio: la struttura viene realizzata mediante tubi tagliati, incollati e fascettati con strisce di fibra di carbonio. I nodi strutturali del telaio difficilmente offrono il livello di rigidezza di un componente monolitico, a meno di non appesantire la bici aggiungendo molti rinforzi localizzati. Per contro, a parità di peso la perdita di rigidezza non permette di esprimere al massimo la prestazione del ciclista.

Dall’altra parte i telai monoscocca, benché migliori dal punto di vista del rapporto peso / rigidezza, sono prodotti con dimensioni e misure fisse che non offrono alcun livello di adattamento alla struttura fisiologica del ciclista – a meno della variabilità associata alle taglie standard del telaio. Le ulteriori regolazioni devono essere effettuate sugli accessori come sella, forcella, manubrio. Maggiore è l’entità della regolazione da effettuare (allontanandosi dalla configurazione “normale”), minori sono il comfort e la guidabilità della bici. La posizione in sella, alla fine, è sempre una soluzione di compromesso.

Oggi l’innovativo brand italiano EXEPT di Finale Ligure sta offrendo ai ciclisti una terza via. EXEPT ha sviluppato un processo che combina i vantaggi di entrambi gli approcci tradizionali per creare telai monoscocca in carbonio su misura. La tecnica di produzione monoscocca brevettata da EXEPT utilizza stampi mobili regolabili per creare telai su misura senza discontinuità nella fibra di carbonio.

In altre parole, EXEPT realizza la bici su misura in fibra di carbonio, senza compromessi sulle prestazioni e sull’ergonomia.

Scarica adesso il PDF della storia di successo per conoscere come Laminate Tools e il supporto tecnico di SmartCAE hanno aiutato EXEPT a realizzare il telaio monoscocca regolabile.

Model Updating Esplorativo

Una sfida importante nell’updating del modello FEM è decidere quali parametri di aggiornamento utilizzare. In quei casi in cui i parametri di aggiorna...

Come utilizzare l’analisi modale per trovare le labilità in un modello FEM

Indice dei contenuti Che cosa è l’analisi modale Free-Free?Un piccolo esempioDimostrazione dal vivoArgomenti collegatiWebinar In questo post ho riport...

FloEFD Modello di Validazione 13 – Dissipatore ad alette

Questo esempio di validazione dimostra le funzionalità del software Simcenter FloEFD il raffreddamento forzato con aria fredda di un dissipatore di ca...

SmartCAE - logo trottola

Send this to a friend