In questo post vediamo le novità della nuova versione di Simcenter 3D per quanto riguarda le funzioni legate all’analisi strutturale.

Puoi vedere il webinar on-demand attraverso questo link.

Analisi non-lineare di flange in pressione

Una prima novità, supportata dai solutori non lineari multi-step, è la possibilità di caricare le flange di un giunto con una pressione data dal fluido, laddove si verifichi un distacco tra le due parti della giunzione.

La sfida è quella di riuscire ad adattare il modello in base al comportamento elastico: applicare la pressione solo dove si verifica il distacco, lasciando stare le zone che rimangono in contatto.

Questa funzione è supportata nella SOL 401. Esiste una prima implementazione prototipale anche nella SOL 402.

A livello di input occorre indicare la zona in contatto che potenzialmente potrebbe essere bagnata dal fluido e il punto da cui potrebbe penetrare il fluido.

Questa funzione è utile per chi realizza dispositivi in pressione come pompe, compressori, e simili.

 

Prestazioni di calcolo migliorate

In generale sono state migliorate le prestazioni di calcolo del solutore Simcenter Nastran, e in particolare quelle della SOL 401 con modelli con elementi SHELL.

Questo è stato ottenuto migliorando gli algoritmi interni per il calcolo e riducendo le operazioni di lettura e scrittura su disco.

Nel grafico vedete come il vantaggio della versione 2019.2 rispetto alla precedente sia considerevole, soprattutto al crescere della numero di gradi di libertà dell’analisi.

 

Leggi di materiale elasto-plastico

Per quanto riguarda i modelli di materiale non lineare, è stata migliorata l’usabilità nella definizione delle curve stress-strain.

In particolare adesso è più semplice capire quando si utilizza la curva true stress-true strain rispetto a quella ingegneristica.

Adesso la conversione tra i modelli di materiale è eseguita al volo dall’interfaccia grafica, e gestita dal solutore Nastran.

 

Integrazione con le simulazioni di processo

E’ stato implementato un nuovo workflow per mappare le caratteristiche del materiale calcolate da software di processo per la simulazione di iniezione di plastiche rinforzate sul modello Nastran.

Adesso è possibile utilizzare i risultati generati da solutori di processo di terze parti per definire la distribuzione di materiale sul modello Simcenter e arricchire il modello Nastran.

Queste informazioni sono poi visualizzabili graficamente sul modello.

 

Postprocessing più veloce per Simcenter Samcef

Sono state implementate anche varie migliorie per postprocessare i risultati prodotti da Samcef.

Questo è stato ottenuto migliorando il codice di lettura, utilizzando file di risultati forniti dai clienti, e creando un database di risultati più leggero.

 

Supporto materiali utente in formato XML

Adesso è anche possibile utilizzare i modelli di materiale personalizzati creati per Simcenter Samcef.

Le user routine definite come XML adesso possono essere combinate con le DLL che vengono caricare al momento del calcolo.

 

Prova Simcenter 3D Structures

Le funzioni che abbiamo visto rendono sicuramente Simcenter Structures uno dei migliori (se non addirittura il migliore) ambiente di modellazione FEM strutturale multidisciplinare.

Il punto di forza di Simcenter Structures è la sua completezza di funzioni, che permettono di gestire agilmente qualsiasi tipo di problemi strutturali.

Inoltre la sua stretta integrazione con il motore geometrico lo rendono molto adatto all’ottimizzazione del prodotto, sulla falsariga dei vari prodotti FEM integrati nel CAD come SolidWorks Simulation, Creo Simulati o Autodesk Nastran in-CAD.

Gli utenti che possiedono già un ambiente FEM integrato nel CAD possono sfruttare le maggiori capacità di analisi di Simcenter Structures e al contempo beneficiare della modellazione CAE associativa con la geometria basata sulla tecnologia sincrona di Siemens dell’Engineering Desktop.

Simcenter permette infatti l’importazione della geometria prodotta con qualsiasi CAD 3D, ovviamente NX e Solid Edge, ma anche SolidWorks, Creo, Inventor, Catia.

Il fatto di avere il modellatore FEM separato dal CAD, all’atto pratico, è più un vantaggio che uno svantaggio: è molto più rapido gestire le semplificazioni e le idealizzazioni del modello. Inoltre fornisce maggiore spazio per l’ottimizzazione perchè non l’utente non è costretto a

Se sei un utilizzatore di uno di questi strumenti (SolidWorks Simulation, Creo Simulate, Autodesk Nastran in-CAD oppure Catia FEM) contattaci subito per una prova di Simcenter 3D.

Puoi farlo utilizzando QUESTO MODULO.

 

SmartCAE - Analisi FEM Non Lineare
eBook - Guida alla corretta scelta del software CFD

Implementazione del Superelemento di Craig-Bampton in FEMtools Application Framework

Recentemente alcuni nostri clienti, ci hanno chiesto di saperne di più su un tema molto particolare nell’abito della simulazione FEM: i Superelementi....

Simcenter 3D 2019.2 – Thermal and Flow

In questo post vediamo le novità della nuova versione di Simcenter 3D per quanto riguarda le funzioni legate all’analisi strutturale. Puoi vedere il w...

Vins Motors ottimizza le prestazioni di motociclette monoscocca in composito con l’aiuto di SmartCAE

Grazie al supporto esperto di SmartCAE, Vins Motors ha ottenuto migliori prestazioni, maggior qualità e minor costo nella realizzazione delle struttur...

SmartCAE - logo trottola

Send this to a friend