In questo post vediamo le novità della nuova versione di Simcenter 3D per quanto riguarda le funzioni legate all’analisi strutturale.

Puoi vedere il webinar on-demand attraverso questo link.

 

Nuovo mesher Immersed Boundary

La prima novità riguarda l’implementazione di nuovo approccio per la costruzione della mesh di volume per l’analisi fluidodinamica.

Adesso l’ambiente Flow dispone di un mesher che utilizza l’approccio Immersed Boundary. Questo approccio supera alcuni dei limiti della costruzione della mesh partendo da un volume ottenuto dalla geometria CAD.

Il nuovo approccio permette la completa automatizzazione in quanto sia le pareti che i corpi solidi vengono discretizzati in maniera approssimata.

  • Non è necessario che l’assieme sia watertight.
  • La mesh fluida non rispetta la geometria delle pareti.
  • I solidi sono immersi nella mesh fluida
  • È il solutore che si preoccupa di gestire quello che succede alla parete.

Questo approccio è stato implementato tenendo presente le esigenze degli utilizzatori, ovvero:

  • Vedere la mesh che viene generata
  • Piena associatività tra mesh e geometria

Essere in grado di applicare le condizioni al contorno sulla geometria.

Questo nuovo approccio utilizza un algoritmo basato su Octree per costruire una mesh cartesiana di celle nel volume del fluido.

  • Questo approccio permette di assegnare le condizioni al contorno come inlet, outlet e opening sulle superfici immerse.
  • Il solutore supporta flussi Laminari e Turbolenti.
  • Permette di gestire superfici immerse per modellare le PCB.
  • Permette di modellare convezione libera e forzata.

Di fatto il nuovo approccio permette di eseguire le medesime analisi di un approccio con mesh «tradizionale» con tutti i vantaggi di una completa automatizzazione del workflow di analisi.

 

Modellazione semplificata di condotti 1D

Giusto per rimanere in tema con le mesh immerse, adesso è possibile modellare in maniera molto rapida i condotti 1D, tipicamente utilizzati per modellare i tubi di uno scambiatore di calore o i canali di un sistema di raffreddamento di uno stampo senza doverli meshare esplicitamente.

Adesso è possibile inserire questi condotti modellati come elementi 1D.

È il solutore che si preoccupa di determinare lo scambio termico tra la mesh di volume e gli elementi 1D, tenendo conto del diametro del condotto.

 

Rivestimenti isolanti multi-strato

Adesso è possibile definire più facilmente e velocemente i rivestimenti isolanti multi-strato.

La nuova funzione propone una interfaccia che permette la definizione delle caratteristiche del materiale di ogni strato. L’utente può definire le superfici con il trattamento isolante, e definire la stratifica con le proprietà dei materiali e lo spessore.

Sulla superficie isolata è comunque possibile assegnare altre condizioni al contorno.

Nel calcolo viene poi introdotto un connettore termico a 3 nodi, che permette di determinare la temperatura sulla faccia superiore, nel mezzo, e sulla faccia inferiore dell’isolante, che possono essere visualizzati nel postprocessore.

 

Modifica delle caratteristiche termiche dei PCB semplificata

Per quanto riguarda l’analisi termica dei PCB, è stata resa più semplice la modifica delle le proprietà degli strati di una scheda.

Adesso è possibile modificare in un colpo solo le caratteristiche di vari strati assegnando ad esempio la proprietà del dielettrico, lo spessore, l’orientamento del materiale e gli altri attributi che servono per la definizione delle caratteristiche termiche.

 

Miglioramenti nella mappatura tra mesh incongruenti

Uno dei vantaggi principali di Simcentrer 3D rispetto a tutti gli altri software di simulazione è la stretta integrazione tra i solutori multidisciplinari.

Infatti è possibile mappare facilmente i dati generati da un tipo di simulazione (ad esempio la distribuzione di temperatura generata dall’analisi termica) su una mesh completamente diversa, creata per un altro tipo di analisi (ad esempio una mesh strutturale creata per una analisi termo-elastica).

La nuova versione mette a disposizione una nuova funzione per migliorare la mappatura quando esistono forti differenze di densità di mesh e discontinuità nei risultati.

Il settaggio Capture Discontinuity si occupa proprio di questo e può essere attivato o meno dall’utente in base al contesto in cui viene eseguita la mappatura.

 

Ottieni il massimo da Simcenter 3D con le licenze VBL

Vuoi migliorare il workflow delle tue analisi termo-fluidodinamiche?

Simcenter Flow e Thermal possono esserti di grande aiuto.

Uno dei vantaggi di Simcenter 3D è la disponibilità di tutti i solutori multidisciplinary nella formula delle licenze Token.

Vediamo rapidamente che cosa sono.

Il funzionamento delle licenze Value Based Licensing, spesso chiamate anche licenze token, offrono una grande flessibilità per l’utilizzatore in termini di funzionalità, ma al tempo stesso anche un grande risparmio rispetto alla struttura tradizionale per moduli.

Nelle licenze per moduli si acquistano le funzioni che servono al progetto, quello che non viene acquistato non è disponibile.

Nelle licenze token il discorso è differente. L’utente è in grado di utilizzare tutti i moduli del software che sono accessibili entro il tetto di token (o gettoni) che sono stati acquistati.

Una volta che l’analisi è stata completata, i gettoni tornano disponibili sul server per un altro tipo di analisi, o per essere utilizzati da un altro utente.

Per capire meglio il funzionamento delle licenze token ti invito a vedere l’infografica raggiungibile a questo link.

Desideri scoprire come Simcenter 3D può aitarti a migliorare le tue analisi Termiche e Fluidodinamiche?

Richiedi subito maggiori informazioni utilizzando QUESTO MODULO.

 

SmartCAE: versione di prova gratuita di FEMAP!
SmartCAE - Corso Femap Nastran

Verifica e Validazione di Grandi Motori Diesel

Durante la preparazione del materiale per il webinar di Venerdì prossimo sulla Verifica e Validazione dei Modelli FEM, mi sono imbattuto in un articol...

Il caso di studio della piattaforma offshore Valdemar

Normalmente le piattaforme offshore sono progettate per una durata specifica in base a norme e standard con approcci conservativi. La possibilità di e...

Verifica elasto-plastica dei recipienti a pressione

Autori Francesco Palloni (SmartCAE), Stefano Milani (Ener Consulting) Durante la verifica strutturale di un recipiente in pressione, capita spesso che...

SmartCAE - logo trottola

Send this to a friend